UNA for Italian Design 2012

l’Hospitality Made in Italy accoglie le grandi firme del Salone del Mobile

Il 2012 si è aperto per UNA Hotels & Resorts sotto il segno del design italiano.

L’iniziativa UNAforITALIANdesign2012, che riflette l’essenza dell’ospitalità italiana della catena, trova nel Salone del Mobile di prossima apertura la sua naturale espressione. Dal 17 al 22 aprile in occasione del Fuorisalone, UNA Hotels & Resorts con Flos, Moroso, Alessi e con la collaborazione della Fondazione Achille Castiglioni esporrà per i propri ospiti e tutti gli appassionati del settore alcuni dei pezzi che hanno fatto la storia dello stile italiano, invadendo spazi condivisi con allestimenti nuovi e inusuali.

Il Salone del Mobile segna così l’inizio, per UNA Hotels & Resorts, di un percorso che la vedrà coinvolta nell’ospitare grande icone del design italiano all’interno delle sue strutture, per tutto il 2012.

Con il claim “Ospitiamo il vero design made in Italy. Diffidate dalle imitazioni”,  durante la prestigiosa kermesse, UNA Hotels & Resorts accoglierà alcune delle grandi firme del Salone del Mobile in tutte le sue strutture milanesi: UNA Maison Milano, UNA Hotel Cusani, UNA Hotel Tocq, UNA Hotel Century, UNA Hotel Scandinavia e UNA Hotel Mediterraneo, dove i visitatori potranno ammirare  pezzi di design d’eccezione.

Per celebrare la conclusione di un attento processo di restyling, l’UNA Hotel Mediterraneo proporrà l’esclusiva esposizione “Gli oggetti devono fare compagnia”, in omaggio al famoso maestro del design italiano Achille Castiglioni, che avrà come grande protagonista la RIEDIZIONE ESCLUSIVA di Moroso della poltrona 40/80 firmata da Achille Castiglioni e dal suo allievo Ferruccio Laviani, accompagnata da alcune delle più belle lampade uscite dalla sua matita, come la Toio, la Gatto e la Stylos di “Flos.

Accanto alla prestigiosa 40/80, molti altri oggetti di Flos e Moroso, icone della storia del design, daranno nuova vita alla hall dell’hotel, temporaneamente allestita come una sorta di showroom.

Il design illuminerà anche le hall di tutte le strutture milanesi di UNA Hotels & Resorts, dove Flos esporrà un allestimento tricolore con le lampade “Piani”.

Infine, ci saranno alcune proposte riservate agli ospiti dell’UNA Hotel Tocq, situato nel cuore del distretto milanese della moda. Una delle camere, la “OWO Room”, sarà ridisegnata e trasformata, fondendo arte e design per ottenere un ambiente assolutamente originale, a cura di OWO.

Alcuni dei più originali ed innovativi oggetti creati da Alessi saranno protagonisti di un breakfast all’insegna del design, tra questi la fruttiera/scolatoio “AC04” disegnata da Achille Castiglioni e la miniatura del vassoio con bordo smerlato “Recinto” di Alessandro Mendini, proposto in chiave di originale porta-marmellate.

Nel connubio ideale tra design e gusto si inserisce anche l’importante presenza di Illy che con le sue macchine X7.1.home dal design vagamente retrò diffonderà il pregiato aroma del suo caffè in alcune camere dell’hotel, al bar e al ristorante.

Con queste e molte altre iniziative, UNA Hotels & Resorts prosegue il suo percorso di valorizzazione del Made in Italy. Un cammino che si basa su uno dei punti chiave della filosofia aziendale che mira a recuperare i valori della celebre ospitalità italiana, e che nel tempo è stato declinato in svariati messaggi di comunicazione come, per esempio, “Difendiamo il Bed in Italy” e “Hospitality Made in Italy”. 

UNA Hotels & Resorts è la catena alberghiera italiana che, con una copertura capillare di tutto il territorio nazionale, offre ai propri ospiti la possibilità di vivere atmosfere speciali nelle principali città d’Italia. Nelle sue strutture UNA propone un’esperienza di soggiorno esclusiva, sia che si tratti di un viaggio di lavoro che di un momento di relax. Una filosofia originale e un’offerta estremamente differenziata che oggi si declina in tre differenti linee di strutture ricettive: UNA Hotels, eleganti alberghi metropolitani  rivolti in particolare a chi viaggia per affari ma adatti anche per coloro che vogliono scoprire alcune delle più belle città italiane; UNA Resorts, raffinate dimore immerse nel verde, lontano dai centri urbani e al mare, ideali per soggiorni dedicati al benessere, al relax e allo sport; UNAWAY Hotels, soluzioni ideali per una sosta lungo le principali arterie stradali, pensati per rispondere alla domanda multi target dei viaggiatori .

Alessi autunno inverno 2010

Con la mostra “Oggetti e Progetti. Alessi: storia di una fabbrica del design italiano”, che si è inaugurata il 21 maggio presso il museo Die Neue Sammlung di Monaco, Alessi ha portato a tre le collezioni di nuovi prodotti presentati nel corso del 2010. in un’ importante sezione di questa mostra, allestita su invito del Professor Florian Hufnagi, direttore del Museo e curata da Alessandro Mendini con la collaborazione del Museo Alessi, l’ azienda tenta un nuovo esercizio stimolante: anticipare le direzioni del prossimo decennio attraverso le cosiddette “Nuove Istanze”. Questo gruppo di progetti sviluppano una serie di tematiche sulle quali Alessi sta impegnandosi e che costituiscono e interpretano la politica e la strategia futura dell’ azienda. Sette di questi progettu sono stati presentati al pubblico con l’ occasione della mostra, mentre in occasione delle firere internazionali di settembre, vedono la luce sotto il marchio Alessi, il servizio da tavola e i bicchieri “Ovale” di Ronan & Erwan BouroullecServizio da tavola Ovale Alessi. Si tratta di una serie molto ricca di prodotti realizzata con l’ impiego di tre materiali (stoneware, vetro e acciaio inossidabile). Le forme sono rettangolari con angoli arrotondati e si possono definire regolari, nonostante una ricercata, leggera asimmetria che rende caratteristico il servizio. Questo aspetto si evidenzia bene nella sovrapposizione dei piatti: la rotazione di un piatto rispetto all’ altro ne attenua o aumenta la percezione.

Le altre novità, per il catalogo Alessi fanno parte della serie objet bijou e sono rappresenate da il portatovaglio OUI,  Portatovagliolo Alessi OUIdue anelli concatenati, evidente riferimento alla simbologia dell’ unione nuziale: BLIP disegnato da Paolo Gerosa, è un appoggiacucchiaio, al cui forma elegante è ricavata da un fazzoletto di lamiera di acciaio piegata in modo da ospitare cucchiai e mestoli di varia lunghezza e dimensione. La collezione include anche un nuovo portachiavi, Pip, un topolno dalla lunga coda attorcigliata che sfrutta per imprigionare le chiavi. Infine My squeeze disegnato da Rolan Kreiter, spremiagrumi da impugnare.

Altri particolari oggetti per il catalogo Alessi sono firmati da autori di culture molto diverse. Il passatè Tea Matter disegnato da Alan Chan trae origine da un affascinante tradizione dei notabili cinesi che amano ritrovarsi a bere il tè portando con sè il loro uccellino canterino dentro ad una gabbietta. La gabbietta di Alessi con tien il Passatè a cinguettio melodico. Passatè Alessi Al Passatè si possono affiancare i contenitori per il tè “Tea Caddy” incisi uno con un disegno ispirato alle pietre litografiche cinesi di circa un secolo fa, e l’ altro con soggetti “calligrafici” che formano una poesia della Song Dinasty (960/1279) dedicata al rito del tè. La frase significa “avere un cuore ourp è possibile” e può essere letta iniziando da qualsiasi carattere.

I taglieri “Chop” di Patrick Jouin, realizzati in legno di bambù, sono utilizzabili su entrambe le facce. Il bordo è ampio per poterli riporre in posizione verticale, e la sua forma cava permette di avvicinarvi un piatto e facilitare così il trasferimento degli ingredienti. Tagliere Chop alessi

Il siciliano Mario Trimarchi ha pensato di offrire ai fiori recisi dei vasi realizzati in modo da farli sembrare sospesi. Una struttura in filo metallico molto sottile, leggermente oscillante, sostiene ampolle di vetro a forma di gocce d’ acqua; “Intanto” è solo una goccia di rugiada sospesa traragnatele instabili. “Intanto un fiore”, “Intanto pochi fiori” e “Intanto molti fiori” sono i tre Intanto Mario Trimarchi AlessiVasi in progressione dimensionale, ma tutti della stessa altezza. Vasi galleggianti che nascono attorno alla riflessione su quel tempo indefinito, che accompagna un fiore dal momento in cui viene reciso fino al suo sfiorire.

Mario Trimarchi ha aggiunto un vassoio con manici alla famiglia 2La Stanza dello Scirocco”. Lluis Clotet si è impegnato nello sviluppare nuove tipologie di oggetti accartocciati; le antipastiere a due, tre e quattri scomparti e la Coppetta, mentre il piatto per lumache del 2009 si completa con la specifica forchetta a molle..

Doriana e Massimiliano Fuksas hanno continuato a progettare per la serie “Colombina Collection”: è di questo autunno l’ uscita del portalume con doppia funzione. Vassoio Alessi Mario Trimarchi

Un addio a Carlo Alessi

E’ stato uno degli uomini simbolo del made in Italy. Carlo Alessi, re dei casalinghi, fondatore dell’ omonima società di design, è morto a Omegna all’ età di 92 anni. Le creazioni della Alessi, teiere, vassoi e caffettiere, sono state uno dei simboli dell’ Italia nel Mondo. Lo stesso Carlo Alessi ha disegnato dal 1935 al 1945 alcune grandi serie (Serie Bombè). Nel secondo dopoguerra ha lasciato la parte creativa del lavoro per dedicarsi alla gestione della società di cui è divenuto Presidente.

Collezione Bombè

Hanno creato per la Alessi circa 500 designers tra cui Sottsass, Castiglioni, Aldo Rossi, Philippe Starck, Stefano Giovannoni, Ron Arad. etc. Le creazioni della Alessi sono state esposte e fanno parte delle collezioni permanenti dei più importanti Musei, tra cui il Moma di New York, il Beaubourg di Parigi e  la Triennale di Milano. Ancora oggi Alessi è sinonimo di collezioni artigianali, realizzate con l’ aiuto delle macchine; anche se gli strumenti di lavoro utilizzati sono contemporanei e industriali, la pratica è rimasta artigianale.