Tendenze design: gli anni 80

Il design italiano degli anni 80 abbraccia il periodo storico che va dalla fine degli anni 70 ai primi anni 90. In quel periodo i materiali nobili e forgiati dall’ uomo, sono la base della creatività.

Vetro, marmo, legno, metallo sono gli elementi che molto spesso si ritrovano in quei prodotti. Aziende quali Kartell, Zanotta, Arflex, Cassina, Simon, FontanaArte piuttosto che Driade, Poltronova, Giovannetti, Casigliani sono state il laboratorio dove il prodotto ha avuto una connotazione industriale. Allora le scelte di un’ istituzione quale il Moma di New York, creando una propria collezione permanente sono state il motore per la diffusione e la consacrazione dello stile made in Italy.  L’ acquisiszione del marchio Simon da parte del Poltrona Frau Group, ha fatto si che il catalogo dei pezzi storici di Cassina si arricchisse del frutto del movimento storico creato da Dino Gavina, Ultramobile – Ultrarazionale, un primo manifesto di designa a km zero.

Oggi, questi elemti solidi, durevoli sono sempre più rivistati, consacrati pittosto che riutilizzati; Gau Aulenti, i fratelli Achille e Piegiacomo Castiglioni, Vico Magistretti, Lella & Massimo Vignelli sono i nomi che troviamo negli oggetti che ci circondano e il loro stile entra sempre di più nella case del mondo. La storicità dei pezzi disgnati e la storicizzazione del made in Italy, contribuiscono al rafforzare la tendenza degli anni ottanta.

 

 

Design made in Tuscany

La Toscana e lo stile, la Toscana ed il design. Il distretto del mobile toscano ha dato alla luce, dagli anni 60 in poi, aziende e prodotti che hanno contribuito a rendere il design made in Italy quello che è oggi. Grazie alla presenza nelle collezioni permanenti di musei quale il Moma, il design made in Tuscany è sempre più vivo. L’ ultima edizione del Salone del Mobile (2014) è stato un susseguirsi di “celebrazioni”, “rivisitazioni”.

Giovanni Michelucci, architetto e urbanista, oltre a sue opere  quale  la Stazione di Santa Maria Novella, contribuito al questo movimento, con una collezione di gruppi di mobili per Poltronova; la sua produzione e’ fin dall’inizio, caratterizzata dalla ricerca di un modo nuovo di abitare, dalla volonta’ di trasmettere, in un’Italia alla ricerca di benessere, la speranza di una nuova qualita’ dell’abitare. Famosi architetti e designers come Sottsass, Aulenti, Archizoom, Mangiarotti, Vignelli ma anche Ceroli, Nespolo, Ruffi, e poi piu’ avanti nel tempo Arad, Coates, Josa Ghini, Rasulo hanno contribuito alla creazione diel suo catalogo. Il divano Saratoga di Lella e Massimo Vignelli è tutt’ oggi fonte di ispirazione per molte aziende. Sempre a Pistoia, oltre a Poltronova,  Giovannetti, azienda creatrice di oggetti di culto quale il divano Anfibio.

Lella e Massimo Vignelli hanno lasciato il loro segno, non solo in Poltronova ma anche in Casigliani, dove le loro creazioni fanno parte della collezione permanente del MOMA. Gae Aulenti e Martinelli, hanno contribuito grazie ad una lampada, il Pipistrello che oggi è un istant classic, una icona del design.

Il mobile, il legno sono alla base della ricerca dell’ azienda che più rappresenta la tradizione toscana; Ceccotti Collezioni ha sede a Càscina, centro del mobile da fine dell’ 800; oggi quest’ azienda annovera tra i propri designer architetti di fama internazione, da Roberto Lazzaroni a Jaime Hayon.

Massimo Morozzi, fondatore di Archizoom, grazie alla visione illuminata dei  Fratelli Mazzei, ha contribuito alla creazione di quel marchio che è Edra, azienda con autentiche icone degli ultimi anni.

 

 

 

 

Gli anni del design

Dagli anni 60, l’  italia è protagonista assoluta del design. aziende quali Cassina, Zanotta, Giovannetti, Driade, Poltronova, Flos, Simon devono il loro successo principalmente a quei giovani talentuosi deal nome di Achille e Piergiacomo Castiglioni, Vico Magistretti, Carlo Scarpa,  Alessandro Becchi, Enzo Mari e molti altri.

Questi designer sono stati cosi talentuosi da apportare all’ intero sistema dell’ arredo delle novità che tutt’ oggi rappresentano il best seller di molte aziende; basti pensare la divano Anfibio di Giovannetti, o la poltrona Sacco di Zanotta. Senza trascurare il fatto che molti di questi oggeti sono oggi la base di altri progetti