Adele-C: il design secondo Adele Cassina

“Vorrei aggiungere una testimonianza al mondo del design italiano nell’arredamento, facendo tesoro di quello che ho imparato da mio padre Cesare: proporre al mercato prodotti che esprimono idee lontane dalle mode, portatori di un’identità discreta, da amare per sempre…”
Adele Cassina
Nata dalla fusione tra la vocazione imprenditoriale di Adele Cassina e la vena artistica dei grandi designer coinvolti nel progetto, adele-c è un’azienda che produce arte e cultura attraverso il mezzo dell’industria. Warhol, Hirst, Beyus, Fraser e Pistoletto si sono interrogati sul valore reale e concreto delle loro opere e da lì in poi, industria, produzione e serialità sono stati il braccio di un’arte che esce dai musei e gallerie per irrompere nella quotidianità. Ecco allora nascere un’azienda capace di dare una forma concreta ai progetti dei designer, sempre più vicini alle esigenze della quotidianità, sempre più pragmatici e godibili. La Brianza ospita una tradizione aziendale illustre e Adele Cassina, crescendo a Meda, si è nutrita di design sin da giovanissima grazie ai contatti di suo padre Cesare con i principali interpreti del design contemporaneo. E da questa passione per l’arte e il design unita alla concreta conoscenza dell’ambito produttivo, è nata un’azienda che produce storie e racconti attraverso i suoi oggetti, creati per entrare a far parte della vita dell’uomo, per essere arte da vivere, non di cui parlare. In adele-c, Adele Cassina ripropone la professionalità, le doti umane e le passioni che hanno dato vita all’azienda di famiglia e l’hanno fatta diventare esempio di innovazione e qualità. Innovazione e qualità sono caratteristiche fortemente presenti nell’azienda, che si distingue da altre produzioni per l’attenzione ai dettagli e la cura dei progetti. Artigianalità e tecnologia uniscono le loro forze per generare prodotti dal design inconfondibile e dalle infinite interpretazioni. Testimoni di questa vocazione, “Design Collection” e “Sign Collection”, danno voce alla creatività degli artisti contemporanei con inedita forza espressiva. “Design Collection” arreda concretamente spazi individuali e collettivi, diventando parte integrante degli ambienti in cui si situa quasi fino a far dimenticare della sua presenza. Ma qualità, linee essenziali e design si fanno notare, eccome. “Sign Collection” nasce invece per dar voce al linguaggio di ciascun artista, facendo sì che i segni visivi della quotidianità diventino tracce dell’identità di un contesto, regalando irripetibile senso d’arte. adele-c è design, autentico e raffinato. La Collezione Adele-C su owo

ADELE-C

Anversa, fashion & design place

Anversa è sempre stata molto attenta al design e alla moda ed è tutt’oggi uno dei centri più attenti al “nuovo”. La scuola fiamminga ci ha dato fashion designer che hanno segnato  la moda degli ultimi anni (Walter Van Beirendonck, Nadine Wynants, Ann De Meulemeester, Dirk Bikkembergs, Kaat Tilley, etc) mentre il design e l’ arte contemporanea fanno parte del DNA della zona. Non a caso, dopo Amsterdam, dovrebbe aprire ad Anversa un hotel della catena Qbic, la catena di hotel di design low cost.

Dove dormire: Qbic (se aperto),  Radisson Blu Astrid Hotel

Shopping: diamanti, gioielli e pietre preziose a due passi dalla Stazione Centrale (bellissima !!) con 1500 aziende;

Moda a ModeNatie, museo e laboratorio della moda e in Nationalestraat; Bonn Gloves

Da non perdere:  dal 19 marzo 2009 ad Anversa esiste un luogo da non perdere come Colette a Parigi, 10 Corso Como a Milano o Browns a Londra  (andare a Parigi senza  passare da Colette è “come andare a Montecatini senza purgarsi”) si tratta di Hospital (Ippodromo di Anversa), il paradiso per gli amanti del lusso moderno,

Lanvin boots fall winter 2010

Must to have. I boots elasticizzati di Lanvin sono l’ oggetto del desiderio del prossimo inverno. Saranno disponibili solo presso i monomarca  Lanvin ed alcuni selezionati negozi; tra questi segnaliamo Luisa Via Roma a Firenze (e online) e Massimo Rubini , la boutique di Sarzana sempre attenta ad anticipare le mode e modi (nel dicembre 2008 ha promosso un’ iniziativa “Bric à Brac” dove si poteva ammirare ed acquistare abiti di alta moda e oggetti di design “sopra le righe” o come la mostra di Kelly bags Vintage (anche acquistabili) o i pezzi vintage di Chanel o il recente evento Balenciaga Edition.

lanvin fall winter 2010

Alber Elbaz, attuale direttore creativo della Maison,ci riserva ad ogni stagione dei veri e propri  oggetti del desiderio.